Diario - aprile 2012

All’inizio del mese di dicembre 2011 il controllo statico delle volte evidenzia come la fessura nella cappella di San Carlo desta qualche preoccupazione, mentre i dissesti in navata vengono sigillati con apposite malte senza determinare ulteriori timori.
La fessura che preoccupa

Le cause della sopra menzionata fessura sono da imputare all’ultimo rifacimento del tetto con lo “scarico” dei pesi della copertura su pilastrini  in corrispondenza delle imposte delle volte.
Per ovviare alla pericolosa fessura si stanno valutando le possibilità di realizzare dei tiranti nello spessore del muro oppure realizzare una “catena” esterna, prima della sua sigillatura.

Le difficoltà statiche non hanno comunque impedito l’inizio dei lavori di restauro che procedono alacremente e con soddisfazione da parte dei preposti uffici cantonali. Le fotografie che seguono mostrano le pitture del Saletta già riportate allo splendore originale e, per confronto, in fase di restauro.

Saletta in restauro

Saletta restaurato

I restauratori stanno inoltre asportando tutti i decori in gesso irrimediabilmente intaccati dal tempo e dall’agire dell’umidità, per farne i calchi che serviranno a realizzarne di nuovi con identiche forme.

Nel frattempo continua, con successo, l’azione di raccolta fondi presso la popolazione e gli enti di Mendrisio.

 

Mendrisio, 23 marzo 2012 - Massimiliano Ortelli, architetto STS/OTIA