Diario - novembre 2011

Da alcune settimane sono iniziati i lavori di restauro della chiesa di Santa Maria.

Il Consiglio parrocchiale era intenzionato ad iniziare i restauri del prezioso gioiello incastonato nel tessuto urbano della parte antica della nostra Mendrisio, nel corso del mese di aprile 2011 (>vedi articolo<).
Purtroppo, non è stato possibile rispettare il termine previsto, a causa della necessità di rispettare i tempi tecnici legati agli appalti e alle normative in vigore, in particolare la Legge sulle commesse pubbliche (a cui siamo vincolati in quanto si tratta di lavori che ottengono aiuti finanziari dal Cantone e dalla Confederazione).

Nel frattempo, si è dato inizio alla colletta presso i cittadini di Mendrisio e abbiamo appreso con piacere dell’importante aiuto finanziario elargito dal nostro Comune, che già da ora ringraziamo.

I circa 300'000 franchi mancanti non sono più una chimera irraggiungibile: grazie al contributo di coloro a cui stanno a cuore i valori storici e cristiani della nostra comunità, speriamo di giungere al termine dell'importante restauro, trovandoci ad affrontare un debito contenuto.

Conclusa l’istallazione di cantiere, i ponteggi hanno avvolto l’intero perimetro dell’edificio sacro e del campanile ed hanno permesso i primi interventi ai tetti, in particolare alla copertura della lanterna della cappella di S. Carlo, che si presentava in uno stato di degrado assai avanzato.

All'interno si è provveduto a proteggere il pavimento e ad erigere il ponteggio, cosicché i restauratori potessero avere sott'occhio la situazione in cui versano i dipinti del Saletta e l'intonaco a cui sono (tecnicamente) "aggrappati".
Ciò ha permesso di compilare il modulo di offerta ed il relativo capitolato di appalto con cognizione di causa.

Si è pure preso atto dello stato e delle cause delle importanti fessure della volta, in modo che l’occhio esperto dell’ingegnere incaricato della verifica statica dell’edificio, possa indicare la migliore tecnica d’intervento.

Il Consiglio parrocchiale sta deliberando le ultime opere, affinché il cantiere possa "partire" in tutta la sua globalità.

Se il tempo si rivelasse galantuomo e ci regalasse un inverno mite, i lavori di restauro pittorico potrebbero non subire interruzioni
L'interno con i ponteggi

Lo stato della lanterna della cappella di San Carlo e un particolare del muro